da €2.390,00 €2.290,00
Richiedi Informazioni

Lions & penguins: da Cape Town al Kruger

Cape Town, Greater Kruger
Not Rated

Tipo di viaggio

self-drive

Durata

12gg/11n

Da / A

Cape Town / Nelspruit

Periodo

Tutto l'anno

Dalla regione del Capo alle savane del Kruger

Cape Town e il Kruger National Park sono indubbiamente i due must assoluti di un primo viaggio in Sudafrica. Lions & Penguins è un itinerario in self-drive (ma fattibile, su richiesta, anche con guida privata), pensato per chi si reca per la prima volta in Sudafrica, in coppia, con amici o con la famiglia. Abbiamo inoltre cercato di mantenere un elevato rapporto qualità/prezzo, massimizzando la possibilità di fare esperienze meritevoli con sistemazioni caratteristiche.

Possibilità – su richiesta – di guida privata a Cape Town. Una valida guida non consente solo di ottimizzare tempi e logistica, ma anche di aggiungere la sua esperienza di vita alla vostra esperienza di viaggio.

ITINERARIO INDICATIVO

cover mappa lions & penguins
Clicca sull'immagine per ingrandirla.

Giorni 1-5    Cape Town, West Coast, Cape Peninsula, Overberg

Giorno 6       Blyde River Canyon

Giorni 7-8    Blyde River Canyon, Balule Nature Reserve

Giorno 9       Kruger National Park

Giorni 10-11 Manyeleti Game Reserve

Perché questo viaggio

  • I 2 must del primo viaggio in Sudafrica
  • Rivisitazione originale del più classico degli itinerari
  • Kruger e riserva privata per una più completa safari experience
  • Safari nella riserva privata più selvaggia del Greater Kruger

Trip Rating

Varietà paesaggistica

Wildlife

Accommodation

Condizione psico-fisica

Difficoltà

Highlights

  • whale watching (giu-nov)
  • shark breaching (mag-set)
  • fioritura (ago-set)
  • safari in barca nel Kruger
  • safari in jeep a Balule e Manyeleti

Principali località

  • Cape Town
  • West Coast NP
  • Cape Peninsula
  • Overberg (Hermanus e Gansbaai)
  • Blyde River Canyon
  • Balule Game Reserve
  • Kruger National Park
  • Manyeleti Game Reserve

Storia e cultura

  • Robben Island
  • Bo-Kaap

Attività incluse

  • safari in barca sull'Olifants
  • safari a Balule e a Manyeleti

Attività opzionali

  • whale watching (Overberg/False Bay)
  • shark cage diving (Gansbaai/False Bay)
  • shark breaching (False Bay)
  • sea kayaking (Hermanus/False Bay)
  • cavallo (Noordhoek)
  • trekking (Table Mountain/Cape Peninsula)
  • safari notturni (Kruger NP)
  • walking safari (Kruger NP)
  • safari in MTB (Kruger NP)

Periodi consigliati

  • agosto-ottobre per il whale watching
  • agosto-settembre per la fioritura
  • maggio-settembre per i safari
  • novembre-marzo per il birdwatching

Itinerario indicativo di viaggio.

Giorno 1 Cape Town

Arrivo a Cape Town, ritiro del proprio veicolo in aeroporto e trasferimento presso la propria sistemazione, nei pressi del Waterfront. Resto della giornata a disposizione per attività ed escursioni a piacere.

Il programma dei giorni a seguire è interamente a propria descrizione. L’itinerario da noi disegnato è puramente indicativo e va preso come mero suggerimento. In quanto tale, è completamente modificabile in funzione dei propri interessi. L’ordine delle giornate è del tutto casuale, anche perché alcune attività ed escursioni sono meteo dipendenti o stagionali (es. whale watching).

Opzione alternativa: Winchester Mansions (Prima colazione)

Consigli e sconsigli

Il tempo a disposizione dipende dall’orario di arrivo a Cape Town. Nel caso di arrivo in mattinata, resta una mezza giornata a disposizione per cominciare a scoprire una della più belle città del mondo. Se le condizioni meteo lo consentono, perché non salire in cabinovia in cima alla Table Mountain (biglietto a/r R330 pp) e godere di una fantastica vista a 360° sulla città e la Penisola del Capo?

Giorno 2 West Coast

Il West Coast National Park è una meta quasi sempre trascurata dai classici itinerari mordi e fuggi; eppure trattasi di un autentica perla della regione del Capo. La laguna di Langebaan è semplicemente spettacolare, con le sue piccole insenature e spiagge di sabbia bianca. I mesi di agosto e settembre coincidono con un esplosione del regno floreale dei fynbos ed è aperta al pubblico anche la sezione di Postberg, particolarmente ricca di animali. Rientro a Città del Capo in serata.

Opzione alternativa: Winchester Mansions

Consigli e sconsigli

Per apprezzare i colori della laguna con la migliore luce del mattino, entrare dal Langebaan gate, anche se circa 30 km più a nord provenendo da Cape Town. La prima sosta è normalmente presso un capanno pochi km dopo l’ingresso, dove spesso si possono osservare da vicino gruppi di fenicotteri ed altri uccelli.

Non perdersi una sosta a Tsaarbank, dove si può ammirare la potenza dell’oceano a poche centinaia di metri in linea d’aria dalle idilliache spiaggette di sabbia bianca di Kraalbaai.

Sulla via del ritorno, uscire dal West Coast gate, quello più a sud, quindi più vicino a Cape Town, e sostare a Table View per godersi il tramonto sulla Table Bay.

Giorno 3 Overberg

Escursione dell’intera giornata nella Walker Bay. Le balene possono essere osservate dalla costa, soprattutto da Hermanus, oppure (molto meglio) dalla barca, al largo di Gansbaai. Oltre alle balene, la cui presenza è stagionale (giugno-dicembre, con un picco tra agosto e ottobre), si possono osservare pinguini, foche, delfini, diverse specie di uccelli pelagici (tra cui albatross, cormorani e skua) e persino squali bianchi. Con riferimento a questi ultimi, chi vuole può provare l’emozione di un incontro ravvicinato ma in sicurezza, protetti da gabbie d’acciaio, in alternativa o in combinazione con l’osservazione delle balene.

Opzione alternativa: Winchester Mansions

Consigli e sconsigli

In alternativa o in combinazione con l’uscita in barca del mattino da Gansbaai, è possibile uscire in kayak nella Walker Bay, da Hermanus. Che le balene si vedano o meno, è comunque un’esperienza molto bella in uno scenario naturalistico stupendo.

E’ possibile fare whale watching anche da Simon’s Town, nella False Bay. L’indubbio vantaggio è di essere molto più vicini a Cape Town, ma l’esperienza di solito non è paragonabile a quella da Gansbaai.

Giorno 4Cape Peninsula

Giornata molto intensa, che tocca i punti più caratteristici di Città del Capo, come il pittoresco quartiere malese di Bo-Kaap e l’iconica Table Mountain, in vetta alla quale si può comodamente salire in funivia. Imperdibile la sosta a Boulders Beach (Simon’s Town) per visitare la famosa colonia di pinguini, prima di proseguire per la Penisola del Capo, dove spiccano Cape Point ed il leggendario Capo di Buona Speranza.

Opzione alternativa: Winchester Mansions

Consigli e sconsigli

Ai piedi della spettacolare strada litoranea Chapman’s Peak, è possibile cavalcare sulla lunga spiaggia di Noordhoek, per godersi in sella il tramonto sull’oceano. E’ un escursione aperta anche a principianti. Può essere la degna conclusione ad una giornata nella Penisola, sulla via del rientro a Città del Capo.

Al rientro, alla fine della Chapman’s Peak, sorge l’ex villaggio di pescatori di Hout Bay. Una sosta ideale per una cena al caratteristico Mariner’s Wharf, proprio sulla baia. Per chi ama il pesce, da gustare assolutamente la calaprawnia, una specialità locale saltata in padella con salsa al curry. Per i più golosi, eccellente la Pavlova, una meringata generosamente farcita di vaniglia, panna montata e frutti di bosco.

Giornata a disposizione per la scoperta della più bella città del continente africano, ed una delle più belle al mondo. Salite in cima alla Table Mountain e passeggiate tra i fynbos godendovi una vista a 260° sulla città e la Penisola del Capo. Visitate, magari con il supporto di una guida locale, il pittoresco quartiere di Bo-Kaap con le sue casette dai colori pastello e la sua inconfondibile atmosfera. Visitate l’ex colonia penale di Robben Island, oggi un museo a cielo aperto memoria di un terribile oscuro e terribile. Ammirate le spiagge dell’Atlantic Seabord, magari sorseggiando un bicchiere di Amarula a Llandundo prima del tramonto.

Opzione alternativa: Winchester Mansions

Trasferimento in aeroporto per la riconsegna del veicolo ed imbarco sul volo per il Kruger Mpumalanga International Airport. Ritiro del nuovo veicolo e partenza alla volta di Graskop, alle porte di God’s Window, uno dei punti di osservazione più famosi del canyon. Proseguimento verso Bourke’s Luck Potholes, dove il fiume ha scavato tra le rocce creando impressionanti architetture naturali. Sistemazione in chalet presso un resort a pochi km da Three Rondavels.

Consigli e sconsigli

Piuttosto che andare di fretta, visitate con calma Bourke’s Luck Potholes (dove potrete tra l’altro pranzare) e rimandate all’indomani la visita a Three Rondavels, partendo di primo mattino dal vostro lodge.

Evitate se potete di pranzare a Graskop; rischiereste di giocarvi buona parte del tempo a disposizione invece di dedicarlo come merita ai punti di sosta più importanti, rischiando oltretutto di dover poi andare di fretta per recuperare.

Dopo colazione, potrete ammirare lo spettacolo di Three Rondavels con le migliori luci del mattino. Per proseguire poi in direzione di Hoedspruit e Phalaborwa. La vostra meta è un piccolo lodge a gestione familiare nella riserva di Greetje, nell’area più bella e ricca di fauna della Balule Game Reserve, parte del Greater Kruger. Safari guidato nel pomeriggio, sulle tracce dei Big 5.

Intera giornata di safari, sulla via per il fiume Olifants e poi su quella del ritorno al lodge. In mezzo, safari in barca sull’Olifants. Il tour dura circa 2 ore e mezza e offre ottime chance di avvistare ippopotami, coccodrilli, bufali, elefanti, facoceri, zebre e giraffe, per non parlare della miriade di uccelli che vive lungo il fiume, come diverse specie di aironi, cormorani, martin pescatore e l’aquila pescatrice africana. Pranzo presso il pub lungo il fiume, per poi rientrare in safari al lodge.

Giorno 9 Kruger centrale

Ultimo safari del mattino prima di partire, dopo colazione, per il Phalaborwa Gate del Kruger. Safari in self-drive con pernottamento all’Olifants Restcamp (o in alternativa, uno dei restcamp del Kruger centrale, come Satara o Orpen).

Consigli e sconsigli

Tra le attività opzionali per cui è famoso l’Olifants Rest Camp, citiamo il river walk (safari a piedi lungo il fiume Olifants) e un safari in mountain bike. Per entrambe le attività si richiede una buona condizione fisica.

Giornate di safari a bordo di jeep aperte nella riserva più selvaggia del Greater Kruger. Sistemazione in bush camp nella savana.

Buffelshoek Safari Camp

Pensione completa

Opzione alternativa: Ndzhaka Tented Camp (Pensione completa)

Giorno 12 - Kruger Mpumalanga International Airport

Ultimo safari del mattino, prima di rientrare al campo per la colazione. Al termine, check-out e trasferimento per la riconsegna del veicolo al Kruger Mpumalanga International Airport, per proseguire verso la vostra prossima destinazione.

Check-out

Consigli e sconsigli

Se il vostro aereo da Nelspruit parte verso metà pomeriggio (o a maggior ragione se pernottate in zona per proseguire il giorno successivo verso altra destinazione), avrete il tempo di pranzare dalle parti di White River. Oliver’s e Magnolia, nell’ordine, sono a nostro avviso i due ristoranti più rinomati.

Principali località toccate dall’itinerario.

Cape Town

The mother city, dal fascino unico e inconfondibile, in tutte le stagioni.

West Coast

Dune, fiori e l'incantevole laguna di Langebaan.

Overberg

Dune, pinguini, squali e balene.

Cape Peninsula

Uno dei promontori più leggendari del mondo: il Capo di Buona Speranza. Ed uno che segna il punto più sud-occidentale del continente africano (Cape Point). Collegati a Cape Town da una delle strade litoranee più spettacolari del mondo.

Cape Town e dintorni

Le meraviglie della regione del Capo.

Blyde River Canyon

Il terzo canyon del mondo per dimensioni, ma il primo in assoluto quanto a flora e fauna. Spettacolare!

Balule Private Nature Reserve

La sezione più bella della Balule Game Reserve, attraversata dal fiume Olifants e ricca di elefanti, bufali e grandi predatori.

Kruger centrale

L'Olifants, le grandi mandrie e i grandi predatori della savana di Satara.

Manyeleti Game Reserve

La riserva privata più selvaggia ed incontaminata del Kruger.

Strutture ricettive proposte nel pacchetto base.

Waterfront Breakwater Lodge

Il Waterfront Breakwater Lodge è un hotel della catena Marriott situato ai confini dell'area del V&A Waterfront di Cape Town. Il lodge era un tempo una prigione e parte di esso è poi diventato un college internazionale (University of Cape Town's Graduate School of Business). E' una soluzione ideale per chi vuole stare in una posizione comoda e sicura della città, senza spendere eccessivamente. Le camere standard sono tuttavia un pò piccol...

Blyde Canyon, a Forever Resort

Blyde Canyon, A Forever Resort è l'unico lodge con accesso diretto al più spettacolare dei punti di osservazione sul Blyde River Canyon; Three Rondavels.

Ngalali Retreat – Balule Game Reserve

Ngalali Retreat è un piccolo lodge a gestione famigliare nella Balule Game Reserve, aperta sul Kruger National Park. Gestione italo-sudafricana. Safari in jeep nella riserva sulle tracce dei Big 5 e, su richiesta, in barca e a piedi.

Olifants Rest Camp (Kruger National Park)

Panoramico rest camp nel Kruger centrale con bella vista sull'Olifants River.

Buffelshoek Safari Camp

Buffelshoek Safari Camp è un bush camp d'atmosfera, nell'area più remota della Manyeleti Game Reserve, la riserva più selvaggia del Greater Kruger.

Partenze tutti i giorni, su richiesta.

Incluso

  • dossier di viaggio
  • sistemazioni, pasti e attività come da programma
  • noleggio auto (Toyota Corolla Quest o similare) con km illimitato e assicurazione total cover
  • volo Cape Town-Nelspruit
  • assicurazione viaggio e annullamento

Escluso

  • voli intercontinentali
  • escursioni e attività facoltative
  • mance e spese personali
  • tutto quanto non espressamente specificato come incluso

Articoli di interesse su località, attività ed esperienze contemplate nell’itinerario.

€100,00
da €2.390,00 €2.290,00

Richiedi informazioni