da €1.490,00
Richiedi Informazioni

Cape to Kgalagadi

West Coast, Regione del Kalahari
Not Rated

Tipo di viaggio

self-drive guidato

Durata

10gg/9n

Da / A

Cape Town / Upington

Periodo

Tutto l'anno

Viaggio Self-drive da Cape a Kgalagadi

Self-drive in 4×4 con l’assistenza di un veicolo guida. Partendo da Cape Town, si risale la West Coast del Sudafrica per poi entrare nella regione del Kalahari ed esplorare ben 3 parchi nazionali: Namaqua, Augrabies Falls ed il gigantesco Kgalagadi Transfrontier Park.

Perché questo viaggio

La West Coast del Sudafrica offre paesaggi strepitosi e, in agosto e settembre, eventi straordinari ed unici come la fioritura del deserto. Inoltre è un’occasione per conoscere la cultura e le antiche tradizioni dei San, gli abitanti originari di queste terre. Il parco transnazionale del Kgalagadi è ricco di fauna, tra cui spicca la figura maestosa del grande leone del Kalahari.

Trip Rating

Capacità di adattamento

Comfort

Difficoltà

Wilderness feeling

Wildlife

Itinerario indicativo

cover mappa cape to kgalagadi

L’itinerario include diversi passaggi in 4×4, alcuni dei quali anche piuttosto impegnativi, per i quali è preferibile avere quantomeno una discreta esperienza di guida in fuoristrada. In alternativa, è possibile partecipare a bordo dei veicoli dell’organizzazione.

Highlights principali di questo viaggio

Atlantis

dune di Atlantis con vista sulla Table Bay

Splendido deserto di dune in miniatura, con vista sulla Table Bay.

!Khwa ttu

turisti intorno al fuoco di un villaggio San a kwattu

Un autentico community project per preservare e fare conoscere la cultura e le tradizioni millenarie dei San.

West Coast National Park

Escursione West Coast

La chicca del parco è senza dubbio la splendida laguna di Langebaan. Ad agosto e settembre apre anche la sezione di Postberg, dove si possono ammirare l’abbondante fauna e l’esplosione floreale nella sua massima espressione.

Lambertsbaai

enorme stormo du sule del capo a lamberts bay

Paesino di pescatori della costa occidentale, dove arriva al mare guidando attraverso dune di sabbia per ammirare una delle colonie più numerose di Sule del Capo.

Namaqua National Park

Safari Lambertsbaai

Se quello del Namib è conosciuto come il deserto che vive, quello del Namaqualand lo è come deserto fiorito (nei mesi primaverili di agosto e settembre). Fiori a parte, il parco vanta una selvaggia e frastagliata costa sulle spiagge dell’Atlantico.

Augrabies Falls National Park

Tour Augrabies Falls National Park

Il parco è conosciuto per le belle cascate da qui prende il nome e per i caratteristici quiver tree (alberi faretra), che ricordano gli astucci per gli archi dei boscimani.

Kgalagadi Transfrontier Park

Safari Kgalagadi Transfrontier Park

Gigantesca wilderness tra Sudafrica e Botswana, dai bellissimi paesaggi ed una fauna abbondante.

Leone del Kalahari

Safari Augrabies Falls & Kgalagadi

Il leggendario leone del Kalahari, dalla caratteristica criniera grande e scura, è l’indiscutibile re del Kgalagadi.

Attività incluse

  • visita della riserva di !Kha ttu
  • Atlantis 4x4

Attività opzionali

  • safari notturni nel Kgalagadi

Possibili estensioni

  • Cape Town (pre-tour)
  • Johannesburg (pre/post-tour)

Quando andare

Tutto l’anno. Ma il periodo migliore per vedere il deserto in fiore del Namaqua National Park sono i mesi primaverili di agosto e settembre. Le piogge nel Kgalagadi sono concentrate soprattutto tra dicembre e febbraio. Questo può rendere più impegnativo percorrere le piste di sabbia ed anche avvistare gli animali, che sono maggiormente dispersi grazie all’abbondanza di fonti d’acqua. In compenso il deserto è nel suo massimo splendore e le notti non sono più fredde come tra maggio e luglio.

Fauna

Animali con le maggiori probabilità di avvistamento nel corso del viaggio (eventuale pre-tour a Cape Town escluso).

Eland

Safari West Coast National Park

La più grande delle antilopi. Presente nel West Coast National Park e diffusa nel Kgalagadi Transfrontier Park.

Gnu

Cuccioli di gnu vicino ai genitori.

Antilope molto comune dalla grande adattabilità. La si trova un pò ovunque, ma in numero maggiore nel Kgalagadi Transfrontier Park.

Ghepardo

ghepardo in punta su una duna

Presente in buon numero nel Kgalagadi. Essendo un predatore diurno, ci sono discrete possibilità di avvistarlo.

Iena maculata

iena maculata

Una presenza costante nel Kgalagadi, dove frequenta regolarmente i campi, molto più occasionale altrove.

Leone del Kalahari

Safari Central Kalahari Game Reserve

Ottime possibilità di avvistamento nel Kgalagadi Transfrontier Park.

Orice

2 orici nel deserto del Kalahari

Antilope regina del deserto, presente in abbondanza nell’Augrabies Falls National Park, oltre che ovviamente nel Kgalagadi.

Otocione

Safari Kgalagadi Transfrontier Park

Questa volpe dalle grandi orecchie è diffusa un pò ovunque, ma esce poco prima del crepuscolo ed è più facile da avvistare nel corso di safari notturni.

Passero repubblicano

gigantesco nido di passeri repubblicani

Più che questi piccoli passerotti si vedono i giganteschi nidi da loro edificati sugli alberi di acacia del Kgalagadi.

Springbok

Escursione West Coast

Animale simbolo del Sudafrica, diffuso ovunque, sia sulla costa che nella regione del Kalahari.

Struzzo

Escursione Cape Peninsula

Diffuso ovunque.

Suricate

suricate

Animale simbolo del Kalahari, dove è presente in abbondanza ma non così facilmente avvistabile, sia per le ridotte dimensioni che per la tendenza a rintanarsi durante il giorno quando i rapaci sono in giro.

Uccello segretaria

uccello segretaria

Detto anche serpentario, predilige gli ambienti aridi e semidesertici.

Itinerario di viaggio indicativo.

G1

Atlantis, !Khwa ttu

Partenza da Cape Town intorno all 8 del mattino, direzione West Coast. Si comincia dalle dune di Atlantis, un pezzo di deserto in miniatura che sembra spuntato dal nulla. Si guida tra le dune di sabbia, dall’alto delle quali si può ammirare la Table Bay a cui fa da sfondo la Table Mountain. Si prosegue poi per !Khwa ttu, interessante progetto della comunità locale dei San per preservare e far conoscere la cultura e le tradizioni millenarie del loro popolo. Dalla riserva si prosegue verso la cittadina di Langebaan, alle porte del West Coast National Park, dove pernotteremo.

Guesthouse a Langebaan

Consigli e sconsigli

Se il tempo a disposizione lo consente, entreremo dall’accesso più a sud del West Coast National Park. Possibilità (previa disponibilità) di pernottamento in houseboat all’interno del parco. Quotazioni su richiesta (il prezzo dipende dal numero di partecipanti).

G2

West Coast National Park, Paternoster

Intera giornata dedicata alla scoperta del West Coast National Park e della sua perla, la laguna di Langebaan. Possibilità di birdwatching, escursioni a piedi o in kayak nella laguna o, semplicemente, relax sulle idilliache spiaggette di Kralbaai. In agosto e settembre è aperta la sezione di Postberg, un tappeto fiorito calpestato da diverse specie di antilopi con i sfavillanti colori della laguna a fare da sfondo. Pernottamento a Paternoster, piccola cittadina sull’Atlantico che mantiene intatta la sua atmosfera di villaggio di pescatori.

Hotel / guesthouse a Paternoster

Consigli e sconsigli

Possibilità (previa disponibilità) di pernottamento in houseboat all’interno del parco. Quotazioni su richiesta (il prezzo dipende dal numero di partecipanti).

G3

Lambertsbaai, Namaqua National Park

Lambertsbaai è famosa per l’immensa colonia di sule del Capo, a pochi metri dalla spiaggia, cui si accede scendendo tra le dune. Si continua poi verso nord, in direzione del Namaqua National Park, famoso come il deserto fiorito durante i mesi di agosto-settembre (talvolta ottobre). Fioritura a parte, il parco è di una bellezza aspra e selvaggia, con la sua costa frastagliata battuta dalle onde dell’Atlantico.

Namaqua NP Restcamp

La mattinata del 3° giorno sarà spesa per esplorare ancora il Namaqua National Park, per poi partire alla volta dell’Augrabies Falls National Park, dove l’Orange river genera le omonime cascate, dalla caduta di circa 60 metri. Il parco è apprezzato per i suoi paesaggi che introducono alla regione del Kalahari. Il paesaggio è contraddistinto dalle sagome dei caratteristici quiver tree, che ricordano le faretre utilizzate dai boscimani nel corso delle loro battute di caccia. Poiché l’arrivo dal Namaqualand è previsto nel tardo pomeriggio, l’intera giornata successiva sarà dedicata all’esplorazione dell’Augrabies Falls National Park, alcune aree del quale sono accessibili solo in 4×4. Pernottamenti in rest camp all’interno del parco.

Bungalow in rest camp all'interno del parco

Tre giornate a disposizione per esplorare l’immensa wilderness del Kgalagadi Transfrontier Park. Pernottamenti in rest camp o in wilderness camp all’interno del parco.

Restcamp / wilderness camp all'interno del parco

Consigli e sconsigli

Fortemente consigliato, se possibile, almeno un safari notturno a bordo dei veicoli del campo. Pe gruppi privati è possibile considerare 2 notti presso il !Xaus Lodge, l’unico lodge privato all’interno del parco. Il soggiorno prevede safari guidati a bordo dei veicoli aperti del lodge. Struttura e servizi di qualità nettamente superiore, supplemento prezzo adeguato. Quotazioni si richiesta.

Ultima mattinata di safari prima di fare ritorno ad Upington. Sistemazione in guesthouse e farewell dinner.

Guesthouse

G10 - Fine del viaggio

Check-out dopo colazione e trasferimento in aeroporto, riconsegna del veicolo e proseguimento verso la prossima destinazione.

Check-out

Prima colazione

Consigli e sconsigli

Se siete interessati a capire qualcosa di più della storia recente e attuale del Sudafrica, considerate un pernottamento a Johannesburg, per poter visitare il giorno seguente il Museo dell’Apartheid ed eventualmente Soweto, prima di rientrare in Italia o proseguire verso la vostra prossima destinazione.

Principali regioni e località toccate dall’itinerario.

West Coast

Dune, fiori e l'incantevole laguna di Langebaan.

Namaqua National Park

Un deserto bagnato dall'Atlantico, investito da un'esplosione floreale durante la primavera australe.

Kgalagadi Transfrontier Park

Una delle ultime grandi wilderness dell'Africa australe, in condivisione tra Sudafrica e Botswana.

Upington

La capitale del Green Kalahari, stopover ideale sulla strada per il Kgalagadi Transfrontier Park.

Partenze tutti i giorni, su richiesta.

Incluso

  • dossier di viaggio
  • sistemazioni, pasti e attività come da programma
  • noleggio auto (Toyota Hilux 4x4 o similare) con km illimitato e assicurazione total cover
  • assicurazione viaggio e annullamento

Escluso

  • voli per/dal punto di inizio/fine del viaggio
  • carburante e pedaggi stradali
  • escursioni e attività facoltative
  • park fees
  • mance e spese personali
  • tutto quanto non espressamente specificato come incluso

Domande frequenti su questo viaggio, varie ed eventuali

Qual è il periodo migliore?
Agosto-settembre per la fioritura nella West Coast e nel deserto del Namaqualand, la stagione secca (maggio-settembre) per avvistare gli animali nel Kgalagadi.
E' un itinerario ideale per i bambini?
Non ci sono particolari controindicazioni, anche se è forse sconsigliabile sotto i 6 anni a causa dei lunghi trasferimenti.
Si vedono molti animali?
Questo itinerario è un mix tra paesaggi, cultura (San), amanti del 4x4 e della wilderness feeling e anche animali. Ma non è specificatamente focalizzato sui safari (se non nel Kgalagadi).
E' fattibile anche senza una buona esperienza di guida in fuoristrada?
Non ci sono difficoltà particolari, se non quelle che possono presentarsi a seguito di condizioni meteo avverse, come ad esempio le forti piogge nel Kgalagadi, tra dicembre ed aprile, fortunatamente occasionali. Qualora non ci si senta completamente a proprio agio, considerate di prendere una guida privata, che potrete anche seguire a bordo del vostro veicolo (nel caso di gruppi superiori a 4-5 pax).
Essendo il Kgalagadi un parco transnazionale, è possibile sconfinare in Botswana?
Tecnicamente sì, ma questo itinerario non è stato pensato per questa eventualità. In Botswana non esistono strutture ricettive, l'isolamento è totale, ed è assolutamente sconsigliabile farlo senza un'ottima esperienza pregressa di guida in fuoristrada su piste di sabbia, tantomeno se con un solo veicolo. Se siete interessati a questa eventualità, l'itinerario va rivisto come logistica, è necessaria una completa attrezzatura da campo, scorte di viveri e carburanti sufficienti per più giorni, telefono satellitare e, preferibilmente, un'esperta guida che vi accompagni.
Sono meglio i rest camp o i wilderness camp nel Kgalagadi?
Wilderness Camp tutta la vita. Qualche comodità in meno ma molto più autentici e con maggiore wilderness feeling. Vanno però prenotati con largo anticipo e sono più costosi.
L'opzione !Xaus Lodge, molto più costosa, è consigliabile?
Essenzialmente è una questione di budget, essendo tale opzione decisamente più costosa. Se questo non è un problema, il valore aggiunto di questa esperienza è notevole, non solo per la qualità superiore dei safari (guide locali, veicoli aperti), ma anche per il fatto di partecipare ad un interessante community project con la comunità locale dei San. Inoltre, nel considerare la significativa differenza di prezzo, va altresì considerato che questa è inclusiva di tutti i pasti e tutte le attività (per non parlare del risparmio di carburante, non dovendo fare i safari con il proprio veicolo).
da €1.490,00

Richiedi informazioni